Alessandro Cinque

Freelance Photojournalist

Cover Image for Interview italian television “TG3 nel mondo”

Interview italian television “TG3 nel mondo”

The day 08 December 2018 at the “Tg3 in the World” in Rai3 channel I was able to talk about my latest report in Peru. I hope that thanks to my work we can bring out the dramatic situation that the “Campesine” communities of the area are experiencing. Thanks to Amnesty International – Italy, COSPE onlus, journalists Vidal Merma, Chiara Sgreccia and the anthropologist Chiara Feliciani. Thanks to Maria Cuffaro for the invitation.

Posted by Alessandro Cinque on February 27, 2019
Cover Image for 28mm

28mm

Scegliere la propria ottica è una cosa difficile, ci ho messo tre anni per capirlo ma alla fine ha vinto il 28mm. Meglio tardi che mai. 🙂 Sono partito TRE anni fa’ con il classico 35mm ma mi sono reso quasi subito conto che non era per me: troppo stretto, per il mio modo di guardare il mondo e di pormi con i soggetti e le situazioni; ero troppo lontano, distante….

Posted by Alessandro Cinque on October 6, 2017
Cover Image for La fotografia come icona di pensiero

La fotografia come icona di pensiero

Fotografare significa scrivere con la luce, catturare frammenti di realtà facendo in modo che questi divengano veicolo di senso e mezzo di trasmissione di contenuto. Forma e materia armonicamente insieme al fine di dare vita ad un racconto essenziale, completo, che non necessità di spiegare in maniera complessa ma che con immediatezza palesa la realtà di cui si fa portavoce.

Posted by Alessandro Cinque on June 7, 2017
Cover Image for 1° winner POYi – (Pictures of the year internation)

1° winner POYi – (Pictures of the year internation)

1st Winner of the Issue Reporting Picture Story category. One year after the greatest accomplishment of World of Excelance award, I’m proud to announce that I’ve been selected as winner for POYi- Picture of the year under the category “issue reporting picture story”.

Posted by Alessandro Cinque on February 26, 2019
Cover Image for Selfie. L’importanza di dirigere la fotocamera verso il mondo e non verso sé stessi

Selfie. L’importanza di dirigere la fotocamera verso il mondo e non verso sé stessi

Il reale obiettivo di un autoscatto con lo smartphone è quello di voler raccontare sé stessi agli altri, di voler condividere la propria immagine, mantenendone il controllo. La totale consapevolezza di come apparirà il nostro volto sullo schermo, la possibilità di modificare l’espressione e la prospettiva, l’opportunità di scattare la stessa fotografia innumerevoli volte hanno fatto sì che con l’avvento del selfie si verificasse una vera e propria svolta, ormai consolidata, nel panorama fotografico contemporaneo. E se prima la foto-ricordo era un appuntamento a cui l’intera famiglia si preparava con dovuto anticipo – per provare a lasciare di sé l’immagine desiderata e non quella reale – ora bastano pochi secondi, la giusta prospettiva e qualche tentativo in più.

Posted by Alessandro Cinque on July 27, 2017
Cover Image for L'importanza di una fotografia

L'importanza di una fotografia

Senegal 2017, Casamance. Stagione delle Piogge. A bordo del pick-up ho percorso lunghi tratti di strada sterrata accanto al fiume, mi sono addentrato in villaggi che ho creduto dimenticati, con le case di argilla ed ampie cisterne volte alla raccolta dell’acqua piovana, in previsione della stagione secca. Villaggi lontani chilometri dai centri urbani più grandi. Mi sono chiesto che cosa gli abitanti del luogo conoscessero del resto del mondo. Ho scattato moltissime fotografie tentando di catturare quell’essenza senza tempo che racconta un paese, cercando di mostrare ogni situazione proprio per quello che è e permettendo a chi osserva di percepire il valore dello scatto anche molti anni dopo la sua esecuzione.

Posted by Alessandro Cinque on October 7, 2017
Cover Image for Nella miriade di foto fatte, quella giusta la riconosci al momento dello scatto??

Nella miriade di foto fatte, quella giusta la riconosci al momento dello scatto??

Torno a casa di fretta, accendo il pc e riguardo le centinaia di foto scattate durante la giornata; ma già so quella che sto andando a cercare.” Tra i numerosissimi scatti della medesima situazione che oggi un fotografo professionista ha la possibilità di effettuare, ne rimane uno, quello buono, riconoscibile fin dal principio. Osservo la situazione, mi intriga, incuriosisce, mi avvicino. Cerco la prospettiva giusta, cerco di farmi conoscere, capire: desidero esserci, senza disturbare la scena. Inizio a scattare, cambio angolazione, punto di vista; aspetto, mi piego sulle ginocchia, mi sposto verso sinistra.

Posted by Alessandro Cinque on July 26, 2017